Mille anni di storia, religiosa, civile ed artistica

Caro Visitatore

Ti ringraziamo di avere scelto di accompagnarti in questa visita virtuale della nostra Cattedrale, che Ŕ testimonianza del cammino di fede del popolo palermitano e di mille anni della sua storia civile ed artistica. Le pagine che seguono non realizzano un testo scientifico sulla Cattedrale, vogliono essere solo una breve guida, essendo il nostro intento quello di stimolarti a venire in cattedrale per vivere  concretamente le emozioni e le suggestioni che essa riesce a comunicare; ci scusiamo in anticipo se per esigenze tecnico organizzative non potrai visitare alcuni degli ambienti descritti in queste pagine.

Prima di leggere queste pagine ti consigliamo di prendere visione di quelle dedicate alla storia della nostra Cattedrale.

Buona visita virtuale


La Cattedrale di Palermo  sorge a ridosso delle antiche mura punico - romane che chiudevano l'antica "Galka" il luogo del primo insediamento fenicio, la dove erano le catacombe dove si riunivano i primi cristiani.

Nulla Ŕ a noi pervenuto delle Cattedrali costruite nel V e nel VII secolo. Abbiamo alcuni reperti dell'antica moschea "Gami" (prima colonna a sinistra del portico meridionale che porta scolpita una pagina del Corano e forse il piano di calpestio rinvenuto all'interno nella zona detta del cleristorio), che gli arabi costruirono nel IX sec. modificando la preesistente Cattedrale.

La Cattedrale che oggi noi ammiriamo Ŕ il risultato dei grandi lavori di restauro, eseguiti secondo il progetto di Ferdinando Fuga e protrattisi dal 1781 al 1801, del Tempio costruito nel XII sec. per volere  dell'Arcivescovo normanno Gualtiero Offamilio.

Come pu˛ vedersi dalla veduta aerea la Cattedrale disegna nello spazio una Croce latina sormontata, nel punto in cui la navata centrale si incrocia con il transetto, da una cupola di disegno neoclassico.

La nostra  visita virtuale avrÓ inizio ammirando i prospetti esterni. Inizieremo dal prospetto occidentale che si apre nella Via Matteo Bonello, proseguiremo per quello settentrionale lungo la Via Incoronazione, quindi sosteremo in Piazza Sett'Angeli davanti alle pareti esterne dei catini absidali. Concluderemo la visita dell'esterno, fatto ingresso nel "Planum Ecclesiae" davanti al prospetto meridionale.

All'interno visiteremo nell'ordine: la navata centrale, la navata settentrionale, la navata meridionale e gli ambienti che oggi ospitano il Tesoro. Concluderemo la nostra visita virtuale nella Cripta.

Cliccando. nel riquadro a sinistra, su avanzeremo alla tappa successiva della nostra visita, cliccando suritorneremo alla tappa precedente della nostra visita.

Per comoditÓ diamo anche la possibilitÓ di organizzarsi la visita selezionando gli argomenti di interesse sull'indice  a sinistra della pagina.

Per ritornare su questa pagina cliccare su "La visita virtuale" nel men¨ a sinistra

 

 

pagina precedente
tappa successiva